Messaggio:

Messaggio

Il Disciplinare di Gara, esclusivamente a riguardo della cauzione provvisoria, indica che le fidejussioni devono contenere (vedere punto b 4 dell'art. 15 - pag. 59) "clausola che preveda espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva ...

Il Disciplinare di Gara, esclusivamente a riguardo della cauzione provvisoria, indica che le fidejussioni devono contenere (vedere punto b 4 dell'art. 15 - pag. 59) "clausola che preveda espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva ...

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Domanda

Il Disciplinare di Gara, esclusivamente a riguardo della cauzione provvisoria, indica che le fidejussioni devono contenere (vedere punto b 4 dell'art. 15 - pag. 59) "clausola che preveda espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui all'art. 1957, comma 2, del Codice Civile, nonché l'operatività della garanzia medesima entro 15 giorni a semplice richiesta scritta della stazione appaltante e senza possibilità di porre eccezioni".
Tale pattuizione non viene più riportata/indicata nel Disciplinare allorquando tratta della cauzione definitiva.
Ad evitare, quindi, possibili problematiche Vi chiediamo se il testo di polizza redatto ai sensi di quanto indicato nel D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. viene ugualmente accettato ai fini della partecipazione alla procedura di gara.

Risposta

Si premette che il disciplinare di gara reca, a pag. 60, la seguente clausola: A garanzia della buona esecuzione dei lavori, l'impresa aggiudicataria si obbliga a presentare all'Ente appaltante una garanzia fidejussoria definitiva (bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari aventi i requisiti di cui al punto b) del presente disciplinare), con le modalità di cui agli articoli 113, comma 2, del D. Lgs. n. 163/2006, da produrre in originale, con firma del fidejussore, debitamente autenticata dal notaio. A termini del richiamato comma 2 dell'art. 113 del D. Lgs. n. 163/2006, la garanzia fideiussoria (...) prevista con le modalità di cui all'art. 75, comma 3, deve prevedere espressamente - analogamente a quanto previsto per la cauzione provvisoria - la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui all'art. 1957, comma 2 del codice civile, nonché l'operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante.
Tanto premesso, si confermano i contenuti e le modalità di presentazione della cauzione provvisoria, secondo quanto espressamente prescritto nel Disciplinare di gara all'art. 15, recante ""Cauzione provvisoria e garanzie". In particolare, si rammenta che i detti contenuti e modalità della cauzione provvisoria (così come della garanzia definitiva) sono prescritti nel Disciplinare di gara, in ottemperanza alle vigenti disposizioni di legge (artt. 75, comma 4 e 113, comma 2 del d.lgs. 163/2006). La locuzione "senza possibilità di porre eccezioni" è riferita alla obbligatoria operatività della garanzia entro 15 gg, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante, con ciò volendo intendere che tale clausola obbligatoria, normativamente prevista dal medesimo d.lgs. 163/2006, al pari delle altre non può essere disattesa.

Share/Save/Bookmark