Messaggio:

Messaggio

AVVALIMENTO DA PARTE DEL PROGETTISTA QUALIFICATO INDICATO

AVVALIMENTO DA PARTE DEL PROGETTISTA QUALIFICATO INDICATO

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Domanda

  • Chiede se nel caso di raggruppamento temporaneo di professionisti, indicato dall'Impresa esecutrice dei lavori per la redazione dei servizi di progettazione, un soggetto professionista può ricorrere all'avvalimento interno (soggetto ausiliario appartenente al medesimo r.t.p.), per il requisito del fatturato per ricoprire il requisito minimo di propria competenza.
  • Nel caso di costituendo Raggruppamento Temporaneo di Professionisti indicato dall'impresa esecutrice dei lavori, è possibile utilizzare l'istituto dell'avvalimento interno al Raggruppamento? può un soggetto professionista, qualora possieda il requisito, concedere avvalimento ad altro soggetto professionista nell'ambito dello stesso RTP?
  • La possibilità di usufruire dell'istituto dell'avvalimento di cui all'art. 49 del D.Lgs. n. 163/2006 per il soddisfacimento dei requisiti di progettazione di cui all'art. 7.3.2) del disciplinare di gara tra soggetti appartenenti al medesimo costituendo raggruppamento di progettisti indicati.
  • Nel caso di raggruppamento temporaneo di professionisti (RTP), indicato dall'Impresa esecutrice dei lavori per la redazione dei servizi di progettazione, un soggetto facente parte del RTP può ricorrere all'istituto dell'avvalimento interno? In particolare è ammissibile che il soggetto Y appartenente al RTP diventi ausiliario del soggetto X appartenente al medesimo RTP in relazione al requisito del fatturato?

Risposta

Si chiarisce che è ammesso, in linea generale, l'avvalimento infragruppo, come testualmente stabilito dall'art. 49, comma 2, lett. g) del Codice: "nel caso di avvalimento nei confronti di un'impresa che appartiene al medesimo gruppo in luogo del contratto di cui alla lettera f) l'impresa concorrente può presentare una dichiarazione sostitutiva attestante il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo, dal quale discendono i medesimi obblighi previsti dal comma 5." Si richiama, inoltre, sul punto, la sentenza del Consiglio di Stato sez. V 12/11/2009 n. 7054, secondo cui va affermata la possibilità per il raggruppamento partecipante ad una gara di appalto pubblico di servizi di utilizzare i requisiti tecnici e finanziari di partecipazione posseduti da alcuni dei membri del raggruppamento medesimo, come risulta dal disposto dell'art. 48 della direttiva 18/2004/CE . Tale disposizione si applica, evidentemente, anche ai servizi di progettazione (si rinvia alla determinazione dell'AVCP n. 5 del 27 Luglio 2010, recante "Linee guida per l'affidamento dei servizi attinenti all'architettura ed all'ingegneria).

Share/Save/Bookmark